Le offerte di lavoro part-time in Giappone sono davvero numerose. Tuttavia, è spesso richiesta una buona conoscenza del giapponese. Se il tuo livello di giapponese è ancora basso, l’inglese può fare la differenza. Ristoranti internazionali e scuole di lingua sono spesso alla ricerca di personale che sappia parlare l’inglese o altre lingue. Inoltre ci sono diversi siti web per stranieri che pubblicano annunci di lavoro.

Sia che lo chiamiamo part-time o baito, cercare una fonte di guadagno è in genere in cima alla lista di cose da fare per gli studenti appena arrivati in Giappone. Nonostante ciò, molti di loro non sanno come trovare un lavoro. In questo articolo troverai le risposte alle seguenti domande: Come trovare un lavoro in Giappone? È facile trovarne uno? È possibile trovare un lavoro in Giappone senza saper parlare il giapponese?

Lavori part-time in Giappone: che cos’è un baito?

Per prima cosa, bisogna sapere che in Giappone il lavoro part-time è chiamato “baito”. Questa parola è l’abbreviazione di “Arubaito” (アルバイト), che deriva dal tedesco “Arbeit” che significa “lavoro”. Nonostante siano principalmente ricercati dagli studenti, non significa che siano accessibili solo a loro. Molti adulti, donne e anziani possono sostenere un colloquio per un lavoro part-time. I colloqui sono in genere veloci e lo stipendio potrebbe essere pagato in contanti considerando che non è molto alto. Il baito è spesso temporaneo e il ricambio del personale è molto alto. Non è insolito per i giapponesi avere un lavoro part-time extra per mettere da parte qualche soldo in più.


download your resume sample

Come trovare un baito in Giappone?

Negli anni passati, l’economia giapponese è stata molto vicina al raggiungere l’occupazione completa con un tasso di disoccupazione molto basso tra il 2.5% e il 4%. Oggi, si stima che in Giappone per circa 150 offerte di lavoro ci sono circa 100 persone in cerca di lavoro, pertanto è richiesto molto personale. In questo contesto, per gli studenti giapponesi trovare un part-time non è altro che una formalità. Questo processo non è molto più complesso per gli studenti stranieri, tuttavia ci sono alcuni limiti di cui bisogna essere a conoscenza.

Lavorare in Giappone: quadro normativo per studenti stranieri

Ci sono alcune regole imposte dalla giurisdizione giapponese quando si parla di lavorare con un visto studentesco. Ad esempio, non potrai lavorare senza prima aver ricevuto il permesso di lavoro. Una volta ottenuto, ti sarà permesso di lavorare per un numero limitato di ore a settimana.


come trovare lavoro in Giappone

Lavorare in Giappone senza saper parlare il giapponese

Un’altra difficoltà per lavorare in Giappone è il proprio livello di giapponese. Molti lavori richiedono un minimo scambio verbale con i clienti e di conseguenza una certa conoscenza del giapponese. Questo requisito, nonostante sia molto coerente, può diventare presto un problema per coloro che non hanno mai studiato il giapponese prima o che comunque sono ancora alle basi del loro studio. Tuttavia, non c’è bisogno di disperarsi, in Giappone si possono trovare anche dei lavori dove il giapponese non viene richiesto affatto o dove viene richiesto solo un livello base di parlato.

Prima di tutto, ci sono lavori per cui è richiesto saper parlare l’inglese. Con più di 31 milioni di visitatori nel 2018 (solo 8 milioni nel 2013), il turismo in Giappone è in piena fioritura. Il livello di inglese dei giapponesi è in media molto basso per questo motivo le compagnie giapponesi cercano stranieri capaci di parlarlo. Infatti i lavoratori stranieri sono spesso in carico della comunicazione con i clienti stranieri. Tuttavia, anche se l’inglese potrebbe essere la chiave per trovare un lavoro, dovrai comunque imparare un po’ di giapponese per accogliere i clienti. A lungo andare, dovrai rafforzare le tue capacità di giapponese.

Ci sono poi dei lavori che non richiedono nessun contatto con i clienti. Molti lavori di questo tipo sono aperti agli stranieri, anche con un basso livello di giapponese, come ad esempio aziende che sviluppano videogiochi, tester di software o lavori di traduzione. Tuttavia, questo tipo di lavori richiedono spesso un test scritto nella loro lingua madre. Anche cuochi e staff di cucina rientrano in questa categoria di lavori.

Infine, uno dei baito per stranieri più facili da trovare sono ristoranti e negozi dal proprio paese di origine. Per i clienti che cercano un’esperienza autentica, del personale che viene direttamente dal paese del ristorante o del negozio di origine può fare una gran differenza. Ad esempio, un cameriere italiano in una pizzeria, del personale francese in una pasticceria o un britannico in un pub.


come trovare lavoro in Giappone

Come trovare lavoro in Giappone?

SNG, la nostra scuola di lingua giapponese, ha una piattaforma su cui vengono caricate diverse offerte di lavoro nell’area di Takadanobaba – Shinjuku. Per altre zone, vi consigliamo tre modi per trovare lavoro in Giappone.
Primo, anche se può sembrare strano, ci sono molte posizioni vacanti per molti baito in Giappone, l’unica cosa da fare è camminare per strada per trovare un lavoro. Dai un’occhiata alle vetrine dei negozi, nei café e nei ristoranti intorno a te e troverai sicuramente offerte di lavoro.
Un altro modo sono le conoscenze. I baito per stranieri sono quasi sempre gli stessi ovunque. Se hai amici o conoscenti provenienti dal tuo stesso paese in Giappone, chiedi il loro aiuto per trovare un part-time. Non esitare a cercare persone della tua stessa nazionalità, in quanto potrebbero aiutarti molto nella ricerca di un lavoro part-time.
Un’altra opzione molto più semplice è cercare online. In questi anni sono state sviluppate ,molte piattaforme di lavoro per stranieri, tra le più famose c’è sicuramente Gaijinpot.

Tags: