In Giappone, un inkan o un hanko corrispondono alla nostra firma.. La firma è infatti sostituita da un timbro sul quale è inciso il nome della persona o dell’azienda. Il timbro è utilizzato per qualsiasi questione legale o per firmare i contratti. Questo timbro (inkan) viene richiesto a qualsiasi cittadino giapponese o per i residenti a lungo termine in Giappone. Pertanto potrebbe venirti richiesto per firmare un contratto, aprire un conto in banca o per acquistare una proprietà.

Che cos’e un hanko?

Al contrario di molti paesi nel mondo, in Giappone non si usa firmare contratti con la propria firma scritta a mano. I giapponesi utilizzano invece un timbro che una volta stampato su documenti importanti, ha valore morale e legale per il legittimo proprietario. In molte procedure contrattuali che probabilmente dovrai eseguire in Giappone, ti verrà richiesta una firma sotto forma di timbro. Non preoccuparti se non ne possiedi uno, è abbastanza facile ottenerne uno e anche gli stranieri possono far incidere il proprio nome in katakana o con le lettere dell’alfabeto.


download your resume sample

Se vivi in Giappone, il tuo hanko ti sarà richiesto in diverse situazioni, ad esempio: per aprire un conto in banca, per affittare un appartamento, per comprare una casa o per firmare un contratto di lavoro. In ogni documento in cui è richiesta la firma troverai questo simbolo: ㊞. In giapponese, 印 è l’abbreviazione per “inkan” e indica il punto dove deve essere stampato il proprio timbro.
Un hanko può essere fatto di legno, plastica o metallo. Anche gli operatori economici e le entità giuridiche come società e associazioni hanno ciascuno il proprio hanko, anche se solo alcune persone all’interno dell’organizzazione sono autorizzate a utilizzarlo. Questo perché un inkan ha un valore morale e legale e implica che l’azienda è d’accordo con qualsiasi cosa sia sottoscritta dal timbro. Per gli stranieri che si trovano in Giappone per un breve periodo di tempo, in genere non è necessario procurarsi un timbro. In questo caso, la firma scritta a mano può sostituire il timbro per la maggior parte delle procedure.

Hanko. Il timbro come firma in Giappone

Tre diversi sigilli per scopi diversi

A seconda dell’importanza del contratto che stai timbrando, possono essere utilizzati tre tipi di sigilli diversi.

Jitsuin 実印. Questo sigillo è realizzato su richiesta (è unico) e deve essere registrato presso il proprio municipio di residenza. Viene utilizzato per documenti importanti come l’acquisto di un’auto, un immobile o quando si scrive un testamento. Chiunque abbia almeno 15 anni può registrare il proprio jitsuin presso il proprio municipio.

Ginkoin 銀行印. Anche questo sigillo viene realizzato su richiesta. Deve essere registrato dalla tua banca quando apri un conto bancario. Dovrai usarlo per firmare documenti bancari come i bonifici. L’età minima per registrare un ginkoin dipende dall’età richiesta per aprire un conto bancario, che varia da una banca all’altra o da ciascun tipo di conto.

Mitome-in 認印. Puoi usare questo sigillo per la vita quotidiana. Ad esempio, quando ricevi un pacco a casa o per firmare documenti specifici a lavoro. Qualsiasi sigillo su cui è inciso il tuo nome è considerato un mitome-in se non è registrato come un jitsu-in o ginkoin. Alcuni mitome-in sono dotati di una riserva di inchiostro. Un mitome-in non deve essere registrato presso il municipio e può solitamente essere acquistato in negozi appositi o nei negozi ‘tutto a 100 yen’. L’uso di questo sigillo (chiamato anche shachihata シャチハタ) può essere rifiutato per alcune procedure come l’apertura di un conto bancario.

Dove comprare il proprio hanko in Giappone?

Non preoccuparti se non sai dove comprare un inkan con il tuo nome inciso. Puoi semplicemente scrivere su Google maps “近くのはんこ屋さん” (ちかくのはんこやさん - chikaku no hankoyasan) per trovare il negozio di hanko più vicino a te.

Hanko: un sigillo per aprire un conto in banca in Giappone.

Aprire un conto sarà necessario per chiunque venga in Giappone per lavoro. Questa sarà una delle prime fasi in cui ti sarà richiesto un inkan. Ancora oggi, molte banche giapponesi richiedono ai propri clienti stranieri di utilizzare il timbro come firma. Se questo è il caso della tua banca, avrai bisogno del tuo hanko personale prima di iniziare le procedure. Si noti che tuttavia alcune banche accettano anche le firme scritte a mano. Per quanto riguarda questo argomento puoi trovare sul nostro sito web tutte le informazioni necessarie, le procedure più frequenti, i requisiti di ogni banca e una lista di banche dove per gli stranieri è più facile aprire un conto in banca in Giappone.

Tags: